News Ribera

Loading...

Ultimi Argomenti

sabato 16 gennaio 2010

Storia dei Sindaci di Ribera

Testi di Raimondo Lentini, tratti dal sito internet www.cilibertoribera.it

Come abbiamo detto, la figura del Sindaco fino alla riforma del secolo scorso non aveva acquistato la valenza che ha ancora oggi. Infatti con legge del 15 maggio 1815, Re Ferdinando parificò i comuni del Regno al rispetto di norme valide per tutti, indipendentemente dalle origini, demaniali o baronali, dei vari comuni. Con decreto del 1816, fatto dal medesimo Re, veniva a cessare il Regno di Sicilia e si costituiva quello delle Due Sicilie e in tale occasione venivano emanate due nuove leggi amministrative che prevedevano una nuova organizzazione dei comuni. In virtù di queste nuove disposizioni, risalenti una ali' 11 ottobre 1817 e la successiva al 24 marzo 1818, veniva data veste moderna e assegnati compiti amministrativi precisi al Consiglio (chiamato ora Decurionato), al Sindaco, nonché al Primo eletto e al Secondo Eletto.

Con l'unità d'Italia e con vari decreti reali della casa Savoia venivano istituite le nuove strutture amministrative ed i Decurionati divenivano Consigli Comunali, il Corpo Amministrativo (Sindaco, 1 ° e 2° eletto) diveniva la Giunta, mentre il Sindaco rimaneva tale. A cambiare però era soltanto il nome, la nomina restava sempre Regia e il popolo non aveva nessun ruolo nella cosa pubblica, nemmeno elettivo. La rivoluzione si rivelò una grande delusione.

Tale stato di cose, ma con qualche modifica, durava fino all'avvento del Fascismo. Infatti con legge n. 237 del 4 febbraio 1926 il governo Mussolini istituiva le figure del Podestà e la consulta Municipale per tutti i comuni fino a 5.000 abitanti. Il Podestà veniva sempre nominato con decreto reale ed esercitava le funzioni che la legge comunale n. 148 del 1915 conferiva al Sindaco, alla Giunta e al Consiglio. Con successiva legge n. 957 del 2 giugno 1927 l'istituto di Podestà veniva esteso a tutti i comuni.

Con la Seconda Guerra Mondiale e con l'entrata degli Americani in Sicilia, a decorrere dal 22 luglio 1943 dopo alcuni giorni di amministrazione militare o commissariale, venivano nominati dei nuovi Sindaci (nel nostro caso il dottor Gaetano Velia) da parte del Comando AMGOT e dal nuovo Prefetto avv. Antonino Pancamo che si era insediato il 18 settembre 1943.

Questi Sindaci sono rimasti in carica fino alla data delle prime elezioni comunali libere repubblicane, che nella nostra provincia si svolsero il 24 marzo 1946.

Da allora e fino a qualche anno fa poco è cambiato dal punto di vista amministrativo comunale, il cambiamento si è avuto soltanto con le ultime leggi sulla elezione diretta del Sindaco. A Ribera le elezioni con questo nuovo regime si sono svolte il 7 febbraio 1994. Il successivo 14 veniva,eletto il primo sindaco ad elezione popolare nella persona del Geom. Giuseppe Di Salvo a seguito del ballottaggio col Prof. Accursio Emilio Guarisco.

******************

SlNDACI - PODESTÀ' E COMMISSARI

Giandalia Ignazio - Sindaco dal 1818 al 1823. Nato a Villafranca Sicula nel 1750 da don Filippo e da donna Maria Benincasa, si sposa a Ribera il 1°agosto 1774 con donna Maria Napoli figlia di don Pietro Antonio e donna Pietronilla Turano.

Muore a Ribera il 5 maggio 1824.

Sortino Carmelo - Sindaco dal 1824 al 1827. Nato a Ribera il 29 ottobre 1773 da don Gioacchino e da donna Rosalia Dalli, laureato in legge, rimasto celibe, muore a Ribera il 17 giugno 1848.

Cardillo Carmelo - Sindaco nel 1828. Nato il 25 febbraio 1791 da Melchiorre e Pasqua Di Leo, sposa il 25 aprile 1812 donna Apollonia Montalbano figli di don Marco e donna Giuseppa Cardillo. Muore a Ribera il 4 settembre 1830.

Turano Campello Girolamo - Sindaco dal 1829 al 1834. Nato a Sciacca il 16 maggio 1776 dal barone di Campello don Serafino e da donna Benedetta Napoli si sposa nel 1797 a Canicattì con donna Giuseppa Gangitano e Grillo; nel 1798 si investe anche della baronia di Suttafari. Rivoluzionario di idee affini agli enciclopedisti francesi, nel 1799 viene condannato a morte dal governo borbonico, ma la sentenza non viene mai eseguita perché il Turano si nascose per nove anni nella cisterna del suo palazzo. Riabilitato, in seguito, partecipa attivamente alla vita sociale, politica e religiosa del paese. Muore a Ribera il 20 novembre 1839.

Crispi Tommaso - Sindaco dal 1834 (20/3) al 1836. Nato a Palazzo Adriano il 18 maggio 1793 dal sacerdote di rito greco-albanese don Francesco e da Anna Di Maggio, sposa il 2 dicembre 1815 donna Giuseppa Genova figlia del notaio don Giuseppe Genova e donna Serafina Puma e già vedova del dottor don Sebastiano Cambisano. Da questo matrimonio nasce il grande statista Francesco Crispi. Muore a Ribera il 10 agosto

1857 senza che il figlio possa coglierne l'ultimo saluto essendo esule in Francia.

Gatto Giovanni - Sindaco dal 1837 al 1839. Nato a Ribera l'8 agosto 1782 dal notaio Sebastiano e da donna Susanna Canduscio, sposa il 29 marzo 1812 donna Rosaria Gatto (sua cugina in primo grado) figlia di don Serafino e di donna Rosa Navarra. Dopo la morte del padre, essendo abilitato al notariato, ne continua l'attività dal 1820 fino alla morte avvenuta il 29 settembre 1856.

Pasciuta Filippo - Sindaco dal 1839 al 1842. Nato a Ribera il 18 ottobre 1804 da don Emanuele e donna Serafina Colletti, sposa il 27 agosto 1830 donna Rosaria Cambisano figlia di don Pietro e donna Giuseppa Licata. Muore a Ribera il 17 aprile 1861.

Colletti Domenico - Sindaco dal 1843 (9/7) al 1845. Nato a Ribera il 22 ottobre 1812 da don Liborio e da donna Antonia Truncali, laureato in medicina rimane celibe e muore a Ribera il 19 maggio 1872.

Colletti Francesco - Sindaco dal 1846 al 1848. Nato a Ribera il 23 settembre 1813 da don Carmelo e Francesca Zambito è cugino del precedente Domenico. Laureato in Giurisprudenza, si sposa con Francesca Camizzi e muore a Ribera il 4 gennaio 1874.

Crispi Tommaso - Presidente del Comitato Provvisorio dal 2 febbraio al 25 giugno 1848

(vedi sopra).

Pasciuta Emanuele

Presidente del Magistrato Municipale il 2 luglio 1848. Nato il 7 settembre 1822 dal barone Francesco e da donna Lucrezia Cutino. Nella prima gioventù si diletta di poesia, si laurea in Giurisprudenza a Palermo il 9 luglio 1841, sposa a Villafranca il 24/11/1845 donna Faustina Musso di don Giuseppe Antonino e donna Maria Sortine. Muore a Palermo nella casa di sua abitazione in via Rosario Gregorio n. 15 il 6 maggio 1892.

Crispi Tommaso - Presidente del Municipio nel settembre 1848 (vedi sopra).

Colletti Francesco - Sindaco dal 27 settembre 1849 (vedi sopra).

Colletti Filippo - Sindaco dal 1850 (6/1) al 1853. Nato l'11 novembre 1807 dal dottor don Pellegrino e donna Brigida Puccio, sposa il 5 ottobre 1833 donna Caterina Turano Campello figlia del barone don Girolamo e di donna Giuseppa Gangitano. Diventerà, in seguito, il primo Sindaco dopo l'unità d'Italia e muore il 13 marzo 1877.

Pasciuta Emanuele - Sindaco dal 1853 (16/1/) al 1856 (vedi sopra).

Pasciuta Filippo - Sindaco dal 1857 al 1858 (vedi sopra).

Turano Campello Serafino

Sindaco nel 1859. Eletto sindaco per il triennio 1859-61, non ha potuto svolgere la sua attività a causa dell'unità d'Italia. Nato a Ribera il 23 maggio 1811 da Girolamo e da Giuseppa Gangitano, si sposa a Sambuca di Sicilia il 25 marzo 1841 con Margherita Viviano. Anche dopo l'unità d'Italia resta nell'amministrazione di Ribera come consigliere comunale. Muore a Ribera il 30 agosto 1867.

Parlapiano Carmelo

Presidente del Comitato nel giugno 1860. Nato a Ribera l'1 giugno 1820 da Calogero e Giovanna Merlino, rimane celibe e fonda, insieme al fratello Antonino, l'ospedale "F.lli Parlapiano", muore a Ribera il 29 settembre 1907 e dall'atto di morte sappiamo che era "inteso" anche Antonino.

Parlapiano Carmelo - Presidente del Comitato Provvisorio dal 28 maggio 1860.

Colletti Filippo - Presidente del Consiglio Ci vico dal 15 giugno 1860. Vice Presidente Pasciuta Filippo.

Pasciuta Vito - Presidente del Magistrato Municipale il 5 agosto 1860.

Pasciuta Luigi - Presidente del Municipio dal giugno 1860 al 10 aprile 1861. Nato a Ribera il 28 novembre 1832 da don Filippo e donna Rosa Cambisano, resta celibe e muore a Ribera il 5 agosto 1862.

Biancaccio Melchiorre - Sindaco funzionante nel maggio 1861. Nato nel 1796 a Ribera da

Leonardo e Angela Cirami. Senza alcun titolo di studio e senza nobili natali, il Biancaccio si impone, con la sua intelligenza, nella vita pubblica di Ribera sia come consigliere comunale che come sindaco. Sposa in prime nozze il 28 novembre 1818 Caterina Musso vedova di Carmelo Gatto ed in seconde nozze il 7 febbraio 1834 Carmela Borsellino vedova di Luigi Gatto. Muore a Ribera il 16 giugno 1883.

D'Angelo Bartolomeo

Sindaco dal (26) novembre 1861 al 1862 (22/2). Nato a Ribera il 13 febbraio 1815 da don Giovanni e donna Francesca Oddo. Si sposa l'8 settembre 1844 con donna Susanna Salerno figlia di don Nicola e donna Barbara Gatto. Laureato in Giurisprudenza avvia uno studio notarile a Cattolica Eraclea dove roga dal 1856 al 1858. Si trasferisce poi a Ribera dove roga dal 1858 fino alla morte avvenuta il 23 settembre 1885.

Musso Pellegrino - Sindaco dal 1862(30/6) al 1864(marzo). Nato a Villafranca Sicula nel 1813 dal dottore don Antonino e da donna Angela Pasciuta, quest' ultima riberese, sposa il 5 luglio 1840 donna Serafina Genova figlia di don Pellegrino e di donna Pietronilla Crispi. Muore il 10 febbraio 1875.

Salerno Francesco - Sindaco facenti funzioni fino al 1864 (28/4).

Colletti Francesco - Sindaco dal 1864 (dal 287 4 facenti funzioni dal 12/6 effettivo) al 1868

(vedi sopra).

Colletti Filippo - Sindaco dall'8 novembre 1868 al 1869.

Pasciuta Michele - Sindaco dal 1869 (18/9) al 1871 (23/5). Nato a Ribera il 13 aprile 1839 da don Filippo e donna Rosaria Cambisano; sposa il 29 aprile 1873 donna Maria Melania Pasciuta di don Emanuele e donna Faustina Musso.

Risiede a Palermo dove muore 1' 11 giugno 1902.

Caruso Lanza Corrado - Regio Delegato dal giugno all'ottobre 1871.

Parlapiano Antonino

Sindaco dal 1871(297 10) facente funzioni dal 13 marzo 1872, Sindaco fino al dicembre (...) . Nato il 7 giugno 1839 da Calogero e Giovanna Merlino, come il fratello Carmelo rimane celibe. Alla morte i due fratelli lasciano erede di tutti i loro beni il nipote Antonino Velia, con la condizione testamentaria di anteporre al proprio cognome quello di "Parlapiano" e di completare l'ospedale. Eletto deputato al Parlamento, muore a Ribera il 27 novembre 1903.

Vesco Mosca Salvatore

Sindaco dal 1873 (19/1) al 1874 (27/7).

Nato a Corleone il 3 agosto 1836 da don Vincenzo, orologiaio, e da donna Rosa Mosca, sposa a Ribera il 4 agosto 1862 donna ' Anna Maria Oddo figlia di don Vincenzo e di donna Teresa Maniglia. Muore a Ribera il 19 agosto 1917.

Parlapiano Antonino - Sindaco facente funzioni dal 1874 (20/9) al 1875 (14/2) (vedi sopra).

Pasciuta Gaspare

Sindaco dal 1875 (141 3) al 1877 (13/9). Nato a Ribera il 7 ottobre 1834 dal barone don Francesco e da donna Lucrezia Cutino, quindi fratello del precedente Emanuele, sposa il 15 ottobre 1871 donna Carmela Chiarenza figlia di don Michelangelo e donna Giuseppa Parlapiano, oriundi di S. Biagio Platani.

Muore il 1° marzo 1910.

Cacace Mariano - Sindaco facenti funzioni durante tutto il 1877 e fino al 1878 (24/5).

De Bono Domenico - Regio Delegato dal maggio al 20 settembre 1878.

Pasciuta Francesco

Sindaco facente funzioni dal 1878 (11/10), effettivo dal 1879 (2/57) al 1881. Nato a Ribera il 3 maggio 1848 dal barone don Emanuele (già Sindaco) e da donna Faustina Musso si sposa nel 18 settembre 1882 a Palazzo Adriano con donna Anna Mancuso figlia del barone don Pietro e donna Marianna Pasciuta. Muore a Palermo, dove va a stabilirsi, il 6 maggio 1924.

Gueli Giuseppe - Sindaco facente funzioni dal gennaio al settembre 1882. Nato a Raffadali il 19 marzo 1834 da don Emanuele e donna Gaetana Vinti. Si laurea in Giurisprudenza e si sposa a Ribera il 27 dicembre 1861 con donna Teresa Leotta figlia di don Francesco e donna Maria Anna Campione. Muore a Ribera il 29 dicembre 1917.

Pasciuta Michele,

Russo Domenico,

Tavormina Carmelo,

Bisogni Nicolo,

Montalbano sac. Antonino, ecc.

Si susseguono vari Sindaci facenti funzioni dal 1882 al 1884.

Parlapiano Antonino

Sindaco dal 1885 (6/5) al 1896 (vedi sopra).

Parlapiano Calogero Santo Maria

Sindaco dal 1896 al 1899. Nato il 23 marzo 1864 da don Francesco e donna Stefania Lo Cascio sposa a Palermo il 19 aprile 1909 donna Giulia Fanelli figlia di don Cesare e Maria Colomba Chistoni. Nominato Cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia nel 1902 e Ufficiale del medesimo Ordine nel 1909, va, poi, ad abitare a Palermo dove muore il 26 maggio 1917.

Chiarenza Salvatore

Sindaco dal 1899 al 1907 (con brevi interruzioni). Nato a Bivona il 20 dicembre 1853 da don Michelangelo (di S. Biagio Platani) e da donna Giuseppa Parlapiano (di Ribera), rimane celibe e muore a Ribera il 12 luglio 1927.

Scalia Gioacchino,

Parlapiano Calogero,

Turano Serafino,

Gueli Giuseppe

Si susseguono vari Sindaci facenti funzioni nel 1908.

Parlapiano Calogero Santo Maria - Sindaco nel 1909 (vedi sopra).

Internicola Michele - Commissario Prefettizio nel 1909. Nato a Palermo il 27 settembre 1841 da Giuseppe e Margherita Arena, viene a Ribera proveniente da Siculiana.

Vella Gaetano

Sindaco dal 1910 all' 11/01/1920 (Riconfermato Sindaco con delibera del Consiglio n. 25 del 127 8/1914). Nato ad Agrigento il 1° marzo 1877 da don Giovanni e donna Beatrice Marianna Parlapiano, si laurea in medicina e si sposa a Sciacca il 27 marzo 1915 con Vita Imbornone figlia di don Giuseppe e di donna Giovanna Turano da Sciacca. Nel 1911, grazie al suo interessamento viene impiantata la villa comunale. Parte volontario per la prima guerra mondiale col grado di Tenente medico e viene sostituito, come Sindaco, da Pietro Ciccarello.

Muore a Ribera 1' 8 gennaio 1969.

Coniglio Giuseppe,

Cianciniino Gaspare,

Ciccarello Pietro

In pochi mesi si susseguono vari Sindaci facenti funzioni dal 12/1/1920 al 24/3/1920.

Biancorosso Empedocle - Commissario Prefettizio dal 25/3 al 2/5/1920. Proveniente da Cammarata.

Scicli Giovanbattista - Commissario Prefettizio dal 4/5 al 27/10/1920.

Bonifacio Giuseppe

Sindaco eletto il 23/10/ 1920 si dimette il 21/ 11/1920. Nato a Ribera il 19 marzo 1882 da Vincenzo e Rosa Oddo, si sposa il 5 settembre 1910 con Marianna Francesca Maria Bonifacio di Pietro e Luisa Tavormina. Si laurea col massimo dei voti in Medicina e Chirurgia nel 1907 presso l'Università di Napoli ed al momento della nomina tutti i membri della Commissione si alzano in piedi in segno di omaggio per la straordinaria preparazione. Esercita la sua professione a Ribera con passione e spirito umanitario tanto che oggi ancora molti lo ricordano. Ma il suo interesse non si ferma solo in campo medico, ma anche in quello agricolo, nel quale pubblica diversi libri ed articoli in giornali specializzati.

Si trasferisce a Roma insieme ai fratelli Vincenzo e Filippo ed al figlio Pietro nel 1948 dove muore il 30 aprile 1970.

Vella Carmelo - Sindaco dal 1921 al 12/8/1924. Nato ad Agrigento il 29 marzo 1870 da don Giovanni e donna Beatrice Marianna Parlapiano, consegue la licenza i liceale e si sposa a Palermo il 7 giugno 1902 con Maria Stella Cafisi figlia di don Carmelo e di donna Giuseppa Velia da Favara. E' Giudice Conciliatore per ben 18 anni, lavoro che esegue con integerrima onestà cercando in tutti i modi di accordare le parti in causa anche con la sua autorità. Segretario Provinciale del partito Fascista. Fa dono al comune del vivaio oggi appunto chiamato "Carmelo Vella". E' l'ultimo Sindaco prima dell'avvento del Fascismo che apporterà mutamenti radicali nelle amministrazioni locali. Muore a Ribera il 9 dicembre 1959.

Friscia Vittorio

Commissario Regio dal 2/9/ 1924 al 9/5/1925. Nato a Ribera il 9 dicembre 1896 dal dottore in medicina Pasquale e da Pietra Palizzolo (da Palermo), si sposa a Sciacca il 28 aprile 1928 con Filippina Imbornone. Si laurea in Giurisprudenza ed esercita la professione a Sciacca. Ex combattente viene ferito nella prima grande guerra. Muore giovanissimo all'età di 36 anni il 19 agosto 1932 a Roma.

Calabresi Giovanni - Commissario Prefettizio dal 26/5/1925 al 14/11/1925. Proveniente da Grosseto.

Sanna Gaspare - Commissario Prefettizio dal 21/11/1925 al 24/7/1927. Proveniente da Casteltermini.

Crispi Francesco

Commissario Prefettizio dal 3/8/1927 al 12/10/ 1927, poi 1° Podestà dal 16/10/1927 al 1932. Nato a Ribera il 20 settembre 1867 da Nicolo (fratello dello Statista) e da Rosa Quartararo. Ufficiale dei Bersaglieri (proveniente dall'Accademia di Modena) raggiunge il grado di colonnello. Intraprende la camera diplomatico-consolare e viene nominato Console Generale di Aden. Decorato di medaglie d'argento al valor militare è anche Commendatore degli Ordini di S. Maurizio e Lazzaro, della Corona d'Italia e gli viene conferita la Stella al Merito Coloniale. Ritornato in Italia viene, quindi, nominato primo Podestà di Ribera del nuovo regime. Muore a Ribera il 25 maggio 1943.

Farina Giovanni

Podestà dal 1933 al 1935. Nato a Ribera il 24 gennaio 1898 da Antonino e Teresa Parlapiano, si sposa a Sciacca 1' 8 gennaio 1930 con Maria Letizia Scaturro di Vincenzo e Giuseppina Liguori. Prende il diploma Magistrale ed insegna alle elementari. Raccoglie notizie sulla storia di Ribera attingendo principalmente dagli appunti del sacerdote calamonacese Michele Palminteri e pubblica nel 1979 "Ribera e il suo territorio". Muore a Ribera il 19 maggio 1979.

Vella Carmelo - Commissario Prefettizio dal 26 giugno ali'8 agosto 1934.

Noto Giuseppe

Commissario Prefettizio nel 1935,1937 e 1939. Nato a Villafranca Sicula il 20 Novembre 1903 da Eucarpio e da Filippa Cannella, si sposa il 25 febbraio 1933 a Ribera, dove la famiglia si era trasferita nel 1922, con Maria Ceti figlia di Francesco e di Barbara Salerno. A Ribera il padre, Eucarpio, è organista della chiesa madre, mentre egli diplomatosi Geometra nel 1923 ad Agrigento esercita la professione libera. Dal 1933 al 1941 è Podestà nel suo comune di origine, Villafranca Sicula, contemporaneamente nel 1935 sostituisce nella qualità di Commissario Prefettizio l'allora Podestà Giovanni Farina, mentre nel 1937 il Podestà Nicolò Inglese. In quell'anno Ribera riceve la visita del Ministro Bottai venuto per i festeggiamenti in onore di Francesco Crispi. Nel 1951 viene assunto come Geometra nell'Ufficio Tecnico del Comune di Ribera, abbandonando, quindi, la professione

libera. Si ritira in pensione nel 1972 e muore ad Agrigento il 20 marzo 1996.

Inglese Nicolò

Podestà dal 1935 al 1939. Nato a Ribera il 18 luglio 1898 da Giuseppe e Marianna Abisso, si sposa a Bergamo il 7 novembre 1934 con Brigida Giannitrapani figlia del questore Vincenzo Giannitrapani e di Caterina Garziano. Si laurea in Giurisprudenza presso l'Università di Palermo esercitando la professione a Ribera. Partecipa alla prima e alla seconda guerra mondiale ed è fatto prigioniero in ambedue i conflitti. Nel 1937 nella veste di Podestà, riceve, nella casa natale di Crispi, il Duce in visita a Ribera. Nel 1939 prende contatti con lo scultore Francesco Messina per il monumento al Crispi (mai eseguito). Pubblica tre libri: "Crispi", "II modellatore di anime" (Socrate) e "Storia di Ribera". Negli anni '70 si trasferisce a Gela dove chiede la residenza solo nel 1989 ed ivi muore il 19 aprile 1991.

Pasciuta Vito

Commissario Prefettizio, poi Podestà dal 1939 al 1942. Nato a Ribera il 27 settembre 1890 da Girolamo e Rosaria D'Angelo (figlia del notaio Bartolomeo) si sposa, sempre a Ribera, il 15 novembre 1914 con Carmela Turano Campello figlia di Calogero e Giuseppa Crispi. Muore a Ribera il 30 aprile 1943.

Di Martino Ferdinando

Commissario Prefettizio dal 1942 al 1943. Nato a Burgio il 6 novembre 1900 da Nicolo e Antonia FerranteIli, si sposa il 26 ottobre 1929 a Ribera con Paola Calogera Tavormina figlia di Luigi e Vincenza Quartararo.

Laureato in Ingegneria. Muore a Ribera il 13 giugno 1960.

Cacioppo Leonardo

Podestà nel 1943. Nato a Ribera il 7 dicembre 1912 da Calogero e Rosa Termine si sposa il 9 dicembre 1936 con Teresa Abisso di Angelo e Antonina Bonifacio. Laureatesi in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Palermo nel 1936 esercita la professione prima a Montallegro e poi a Ribera. Partecipa alla seconda guerra mondiale come medico presso l'ospedale militare di Palermo, poi viene assegnato a Ribera dove è l'ultimo Podestà del regime Fascista (sino al 1° maggio 1943). Muore a Ribera il 16 marzo 1989.

Bonifacio Attilio Leonardo

Commissario Prefettizio nel 1943. Nato a Ribera il 30 agosto 1912 da Vincenzo e da Maria Rosaria Bonifacio, sposa a Palermo il 25 aprile 1945 Maria Giuseppa Irene Monduoro. Laureato in Giurisprudenza, si trasferisce a Roma nel 1950.

Cacciato Enrico - Commissario Prefettizio nel 1943. Nato a Canicattì il 2 dicembre 1899, si sposa ivi il 16 settembre 1925 con Ester Palermo. E' Direttore Didattico. Viene a Ribera nel 1939 proveniente da Menfi e si trasferisce nel paese natale nel 1950.

Vella Gaetano - Sindaco (nominato dal Comando AMGOT) dal 4/9/1943 al 17/6/1944 (vedi sopra).

Contino Giuseppe - Commissario Prefettizio nel 1944. Nato a Cattolica Eraclea il 26 settembre 1923 da Biagio e Teresa Porcari, si sposa il 29 aprile 1954 sempre a Cattolica con Giuseppa Lucia. Si trasferisce ad Agrigento nel 1961.

Bonifacio Gaetano

Commissario Prefettizio dal 1944 al 1945. Nato a Ribera il 1° gennaio 1911 da Calogero e da Calogera Simonaro, si sposa, sempre a Ribera,

il 29 ottobre 1941 con Rosamaria Bonifacio figlia di Pietro e Adele Tavormina.

Si laurea in Giurisprudenza presso l'Università della Capitale nel 1934.

E' per circa dieci anni presidente dell'Azione Cattolica. Viene nominato Vice-Pretore onorario della Pretura di Ribera, carica che mantiene sino alla nomina, nel 1944, a Commissario Prefettizio. Partecipa alla seconda guerra mondiale sia in Italia che in Africa venendo decorato con croce al merito.

E' socio fondatore e presidente della Cantina Sociale "Tre Fiumi" e commissario al Consorzio di Bonifica "Laghetto Gorgo" fino al 1960. Autore di un componimento a carattere fantastico-mitologico dal titolo "La frutta di Ribera". Nel 1988 è nominato Cavaliere dell'Ordine di Malta. Muore a Ribera il 5 febbraio 1989.

Papa Filippo - Commissario Prefettizio dal 1945 al 1946.

Mascarella Ignazio

Sindaco dal 9/5/1946 al 22/9/1950. Nato a Ribera il 16 marzo 1893 da Carmelo e Maria Di Lucia, si sposa il 21 luglio 1913 con Vincenza Pace figlia di Alfonso e di Giuseppa Russo. Esercita il mestiere di barbiere, come risulta dall'atto di matrimonio, poi, invece, farà il calzolaio.

E' primo Sindaco dopo la caduta del Fascismo. Muore a Ribera il 28 settembre 1965 senza lasciare figli.

Zaia Michele

Commissario Straordinario dal 23/9/1950 al 18/8/1951. Nato a Ribera ii 21 feb­braio 1889 da Giuseppe e Marianna Arcuri, si sposa ad Agrigento il 9 novembre 1916 con Rosalia Scalzo figlia di Antonino e di Angela Vitello. Partecipa nel 1911 alla guerra italo-turca per la conquista della Libia e alla prima guerra mondiale. Al ritorno per alcuni anni si trasferisce a Roma per motivi di lavoro. Muore a Ribera il 30 dicembre 1968.

De Leo Carmelo - Commissario Straordinario dal 25/8/1951 al 2/5/1952.

Biffarella Domenico - Commissario Straordinario dal 3/5/1952 al 29/6/1952.

Gullo Stefano - Sindaco dal 30/6/1952 al 19/4/1955. Nato a Ribera il 4 ottobre 1923 da Giovanni Battista e Francesca Tornambé. Vive negli U.S.A. dal 1929 al 1934, apprendendo bene la lingua inglese. Ritornato a Ribera continua gli studi e si laurea in Giurisprudenza presso l'Università di Palermo nel 1945. Si sposa il 1° ottobre 1949 con Anna Maria Stella figlia dell'avv. Gaetano e di Letizia Giganti di Canicattì. Eletto Consigliere Comunale ad Agrigento e a Ribera, opta per questa sede dove viene nominato sindaco. Dal 1946 al 1949 è Segretario Generale delle Camere Confederali del Lavoro della Provincia di Agrigento e dal '65 al '73 Capo del Servizio Legale del Consorzio Nazionale per il Credito Agrario di Miglioramento. Pubblica diversi libri tra cui: "Considerazioni e proposte per una moderna organizzazione delle forze Cattoliche", "Agricoltura 28/80 della legge Acerbo al piano Manisolth", "Società finanziaria e credito agrario nelle Regioni" (ed. Cinque Lune), "Teoria e Rivolta". Ultimamente ha costituito la "Fondazione F. Crispi" per esaltare i valori dello statista riberese che portò l'Italia alla pari con le

grandi potenze europee.

Cufalo Emanuele

Sindaco dal 20/4/1955 al 22/10/1959. Nato a Ribera il 16 novembre 1915 da Antonino e Carmela Tortorici, si sposa il 10 gennaio 1942 con Rosina Maggio figlia di Giuseppe e Angela Cannella da S. Margherita Belice. Laureatesi presso l'Università di Roma in Lettere, insegna in un primo momento Italiano, mentre dal 1967 al 1972 è Preside incaricato presso l'Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri di Ribera. Nel 1972 ha la nomina di Preside titolare nelle scuole medie. E' morto il 17 settembre del 2000.

Borsellino Nicolo

Sindaco dal 23/10/1959 al 2/12/1960. Nato a Ribera il 1° ottobre 1922 da Serafino e Anna Amodei, si sposa sempre a Ribera il 22 giugno 1949 con Lucia Riggi figlia di Giuseppe e di Antonina Quartararo. Consegue la laurea in Lettere presso l'Università di Palermo nel 1946 e quindi, allo scopo di insegnare alle elementari, consegue anche il diploma Magistrale. Dal 1964 insegna Italiano nelle Scuola Media F. Crispi. Nella legislatura 1955-60 è per quattro anni Assessore e, nell'ultimo anno, viene eletto Sindaco. Muore a Ribera il 20 novembre 1983.

Di Leo Gaetano

Sindaco dal 3/12/1960 al!4/ 2/1964. Nato a Calamonaci il 27 aprile 1905 da Salvatore e da Emanuele Bonifacio, si laurea in Giurisprudenza e si sposa in Ribera il 15 ottobre 1942 con Calogera Tavormina figlia di Francesco Antonio e di Carmela Laura Matilde Russo. Viene eletto deputato nazionale nelle prime elezioni del dopoguerra e rieletto per cinque legislature successive. Per raggiunti limiti di età, alla fine degli anni '70, si ritira dalla politica dedicandosi alla propria azienda agricola e alla propria famiglia. Muore a Ribera il 25 luglio 1997.

Inglese Nicolo

Sindaco dal 25/2/1964 alle elezioni del 1964. Nato a New York il 7 luglio 1912 dai riberesi Sebastiano e Carmela Inglese è cugino del precedente Podestà omonimo, si sposa a Racalmuto il 30 luglio 1938 con I Venera Rosina figlia di Salvatore e Maria Marturano. Si diploma presso l'Istituto Magistrale di Agrigento nel 1931 e nel 1933 fonda a Ribera, insieme ad altri, la società S. Vincenzo de' Paoli. Nel 1935 gli viene conferito il diploma di Benemerito di 3° Grado dal Ministero della Pubblica Istruzione; nel 1958 diviene Cavaliere dell'Ordine di S. Silvestre papa e nel 1959 Cavaliere della Repubblica. Muore a Ribera l' 1 luglio 2000.

Tortorici Santo

Sindaco dal 10/12/1964 alle elezioni del 1980. Nato a Ribera il 14 agosto 1925 da Calogero e da Antonia Spataro, si sposa a Taormina il 12 settembre 1965 con Giovanna Musacchia figlia di Carmelo e di Rosa Perricone da Sambuca di Sicilia. E' eletto deputato ali'Assemblea della Regione Siciliana nella legislatura 1971-76. E' stato Segretario Provinciale della CGIL presidente Regionale dell'Unione Siciliana Emigranti e Famiglie e vice-presidente della Consulta Regionale per l'emigrazione.

Alessi Calogero

Sindaco dal 15/9/1980 al 22/ 11/1983. Nato a Ribera 127 novembre 1932 da Giovanni e Vincenza Bacchi, si sposa a Palermo l'11 ottobre 1967 con Andreina Campione figlia di Giuseppe e di Vita Genova da S. Anna di Caltabellotta. Consegue la licenza media inferiore e frequenta per qualche anno l'istituto per Geometri di Agrigento. Trova impiego presso l'INPS di Sciacca e oggi, in pensione, vive a Ribera.

Vacante Stefano

Sindaco dal 10/2/1984 alle elezioni del 1985. Nato a Calamonaci il 2 novembre 1946 da Paolo e Rosa Verderame, si sposa a Palermo il 10 febbraio 1973 con Maria Macaluso figlia di Giuseppe e di Angela Scozzari. Laureato in Matematica presso I l'Università di Palermo nel 1970, oggi insegna tale materia presso il Liceo Sperimentale di Ribera. Per parecchi anni fa parte del Consiglio di Amministrazione dell'Ente Ospedaliere Fratelli Parlapiano di Ribera di cui, poi, diventa anche vicepresidente. Oggi vive a Ribera ed è consigliere comunale.

Alessi Calogero - Sindaco dal 31/7/1985 al 18/ 11/1986 (vedi sopra).

Tortorici Paolo

Sindaco dal 16/12/1986 all' I/ 7/1988. Nato a Ribera il 1° dicembre 1946 da Santo e Pasqua Simonaro, si sposa, sempre a Ribera, il 18 luglio 1975 con Anna Bono figlia di Giuseppe e di Concetta Palermo.

Si laurea in Ingegneria Civile presso il Politecnico di Torino nel 1972.

Ha insegnato Costruzioni presso l'Istituto Geometri di Ribera, oggi è Ingegnere presso un ente consortile.

Siragusa Emanuele

Sindaco dall' 1/7/1988 al 22/9/1989. Nato a Ribera il 7 maggio 1939 da Francesco e Caterina Riggi, si sposai! 20 aprile 1974 con Carmelina Moroni figlia di Pietro e di Carmela Provenzano da Calamonaci. Si laurea in Geologia presso l'Università di Palermo nel 1963 ed esercita, quindi, la professione libera insegnando anche Geografia. E' prima presidente dell'Ordine Provinciale dei Geologi ed è ora presidente dell' Ordine Regionale. Primo presidente della USL di Ribera nell' 83, dal febbraio del 1992 è, infine, presidente della Provincia Regionale di Agrigento.

La Barbera Andrea

Sindaco dal 5/10/1989 alle elezioni del 1990. Nato ad Altofonte (Pa) il 14 giugno 1950 da Francesco e Francesca Artesi, si sposa a Ribera il 12 gennaio 1978 con Anna Poggio figlia di Gaspare e Antonietta Tamburello. Si laurea in Economia e Commercio presso l'Università di Palermo nel 1977; ha suonato, come batterista, con il complesso riberese "Gli Apolidi"; attualmente insegna Diritto ed Economia presso l'Istituto Tecnico Commerciale di Sciacca e abita a Ribera.

Dinghile Antonino

Sindaco dal 13/6/1990 al 5/3/1992. Nato a Ribera il 10 gennaio 1948 dal fu Antonino e da Caterina Amari, si sposa a Taormina il 29 ottobre 1979 con Giuseppina Maiorino figlia di Giuseppe e di Anna Maiorino di Ribera. Diplomatosi Analista Chimico a Catania, esercita la professione presso il laboratorio di analisi dell'ospedale di Ribera.

Mangiacavallo Antonino

Sindaco dal 13 marzo 1992 al 25 giugno 1993. Nato a Ribera il 27 febbraio 1955 da Giuseppe e da Marianna Camera, si sposa a Taormina il 10 settembre 1986 con Maria ; Concetta Rotolo, di Ribera, figlia di Angelo e di Carmela Bonifacio. Si laurea all'età di 24 anni in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Palermo col massimo dei voti e la lode; nell' 83 si specializza in Tisiologia e Malattie dell'Apparato Respiratorio col massimo dei voti e la lode. E' stato dipendente del Consiglio Nazionale delle Ricerche presso la Cattedra di Fisiopatologia Respiratoria dell'università di Palermo. Dal 1989 al 1990 è presidente del Lions Club di Ribera. Si candida alle elezioni nazionali del 1996 e viene eletto alla Camera dei Deputati col governo Prodi. Nel '98 col primo governo D'Alema viene nominato Sottosegretario alla Sanità e viene riconfermato nel successivo governo D'Alema. Durante il governo Amato è nominato Sottosegretario ai Lavori Pubblici.

Brisciana Giuseppe

Sindaco dal 30 giugno al 7 ottobre 1993 (per dimissioni). Nato a Ribera 1' 1 gennaio 1939 da Giovanni e Marianna Pianelli. Si sposa a Palermo il 25 ottobre 1962 con Carmela Abisso di Luigi e Nazarena Vaccaro. Fin da giova-

ne entra nella vita politica. E' stato uno dei promotori della costruzione dell'Orfanotrofio S. Giuseppe di Ribera e dell'Istituto SS. Redentore (suore di S. Anna) nonché di altre opere di interesse collettivo. Oggi si è ritirato dalla politica attiva. Vive ed insegna a Ribera (Scuola Media V. Navarro).

Leone Giovan Battista - Commissario straordinario dal 2 dicembre 1993 al 14 febbraio 1994.

Di Salvo Giuseppe

Sindaco dal 14 febbraio 1994 al 1998. Nato a Ribera il 15 agosto 1951 da Giovanni e da Rosa Campanella. Nel 1971 si diploma geometra e si iscrive a Scienze Geologiche, poi cambia in Scienze Agrarie, ma partendo per militare, sospende gli studi. Per otto 'anni, dal 1975 all'83 è presidente della Confcoltivatori.

Il 17 settembre 1976 sposa Alfonsa D'Angelo.

Nel 1989 è presidente della COPRAS.

Cortese Giuseppe

Sindaco dal 1998 (7/6) - fino alla data della sfiducia (anno 2000). Nato a Ribera l'11 novembre 1951 da Francesco e Fina Caramella. Si laurea in Scienze Biologiche ed inizia la professione a Palermo, ma è costretto a rinunciare a causa della morte prematura del padre. Ritorna a Ribera dove si prende carico della gestione dell'azienda agricola familiare ed è costretto a cambiare i suoi piani e sceglie così l'insegnamento di Matematica e Scienza nelle scuole medie. Insegna prima a Burgio, poi a Licata e infine a Ribera. Si sposa il 20 luglio 1978 a Palermo con Carmela Vaccaro. Il 13 agosto 2000 è stato sfiduciato dal Consiglio comunale. Nelle elezioni del 10 dicembre 2000 è stato rieletto sindaco.

Antonino Emmola - Commissario straordinario dal 28 settembre2000 al 10 dicembre 2000.

Cortese Giuseppe - Sindaco dal 10 dicembre 2000. al mese di Giugno 2006

Scaturro Antonino

Sindaco dal mese di Giugno 2006 al 17 novembre 2009. Nato a Ribera il 14 gennaio 1951 da Giuseppe e Maria Pinelli, si sposa a Palermo con Paola Gambino, figlia di Nicolò e Maria Maniglia. Si laurea in Economia e Commercio a Palermo nel 1977 ed attualmente è iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti e all'Albo Nazionale dei Revisori dei Conti. Esercita la professione di Consulente fiscale ed aziendale alle imprese dal 1980. Docente di Economia aziendale dal 1978, nel corso della sua attività professionale è stato amministratore e componente del Collegio Sindacale di varie aziende. Attualmente è membro del Collegio sindacale della Banca di Credito - Cooperativa "Terre Sicane". Ha due figli: Dalila, Medico chirurgo e specialista in Fisiatria e Riabilitazione e Giuseppe, Dottore in Economia Aziendale, Analista degli investimenti e finanziario.

Girolamo Ganci - Commissario straordinario dal 3 Dicembre 2009.......

0 commenti:

Amministrative Ribera 2010